‘Era tutto scritto, ideato e prodotto da Massimo D’Alema‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato senza mezzi termini l’ex Premier Matteo Renzi che, di ritorno dal suo viaggio in California, ha risposto a ‘Che tempo che fa’, in Tv su Raitre, ad una domanda del conduttore del programma Fabio Fazio in merito alla scissione che è avvenuta nel Partito Democratico.

Matteo Renzi sull’affare Consip: ‘Conosco mio padre e i suoi valori’

‘La sinistra parla solo di me, ma a livello mondiale i problemi sono i Trump e le Le Pen’, ha aggiunto Matteo Renzi che ha anche detto la sua sull’affare Consip facendo presente, in particolare, che ‘Conosco mio padre e i suoi valori e ho fiducia nella magistratura, ma i processi siano rapidi’.

Scissionisti Pd al lavoro per dare vita al nuovo soggetto politico di centrosinistra

Intanto i cosiddetti scissionisti sono già al lavoro per dare vita ad un nuovo soggetto politico alternativo al PD ed in particolare a Matteo Renzi ed alle sue idee da tempo mal digerite da coloro che poi sono arrivati alla rottura, da Bersani a Speranza passando per Enrico Rossi, e fino ad arrivare a Vasco Errani. ‘Il Manifesto di #Articolo1 – Movimento democratico e progressista. Al lavoro!’, ha non a caso scritto sabato scorso, via social network Facebook, Pier Luigi Bersani.

#Articolo1 – Movimento democratico e progressista su Twitter e Facebook

Ed ancora, rispettivamente con gli account @Articolo1DemPro e @DemocraticiProgressisti, sul social network Twitter e su Facebook è già presente #Articolo1 – Movimento democratico e progressista’, il nuovo soggetto politico che trae ispirazione proprio dal primo articolo della Costituzione Italiana che, per chi non lo sapesse, recita come segue: ‘L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione‘.