Si è tenuta a Roma oggi, domenica 19 febbraio del 2017, L’assemblea nazionale del Pd. Assemblea che, presso l’hotel Parco dei Principi di Roma, è stata convocata per aprire il congresso. In accordo con quanto riportato da Unita.tv, Matteo Orfini, il presidente del Partito Democratico, nel concludere i lavori ha convocato una direzione.

Nel dettaglio, la direzione Pd è stata convocata per la giornata di martedì prossimo, 21 febbraio del 2017, con il compito di andare a nominare i componenti della commissione che organizzerà la fase congressuale. Il congresso anticipato, in particolare, partirà automaticamente, come confermato proprio dal presidente Matteo Orfini, in quanto dopo le dimissioni di Matteo Renzi non sono pervenute candidature alla segreteria.

Matteo Renzi, ‘Scissione è una delle parole più brutte del vocabolario’

Ad aprire i lavori nell’odierna Assemblea nazionale del Pd è stato proprio l’ex Premier Matteo Renzi dichiarando, tra l’altro, che ‘Non si può fermare un partito per il diktat di una minoranza’, e che ‘Scissione è una delle parole più brutte del vocabolario. Di peggio c’è il ‘ricatto”.

Michele Emiliano, ‘La possibilità di rimanere insieme ce l’abbiamo in mano’

‘La possibilità di rimanere insieme ce l’abbiamo in mano’, ha invece dichiarato nel suo intervento l’esponente del Pd Michele Emiliano, Governatore della Regione Puglia, aggiungendo, tra l’altro, che ‘Sto provando nel limite delle mie possibilità di fare un passo indietro, ditemi voi quale, che possa consentire a tutti di avere l’orgoglio di fare parte di questo partito’.

Giuliano Poletti, ‘Non servono due partitini’

Ad intervenire all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico è stato pure Giuliano Poletti, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali nel Governo Renzi prima, ed ora nel Governo Gentiloni, dichiarando tra l’altro, riguardo ad una possibile scissione, che ‘Non servono due partitini, ma un partitone grosso e unito’.