M5S sul Referendum costituzionale: ‘La RAI vince il Bufalino d’oro’

La RAI vince il Bufalino d’oro e presto gli sarà consegnato il premio. Questo è quanto si legge sul sito Internet di Beppe Grillo, il leader del M5S, che ha stilato la classifica delle bufale più frequenti legate all’esito del Referendum Costituzionale che, lo ricordiamo, ha poi portato l’ex Premier Matteo Renzi a rassegnare le dimissioni in linea con quanto aveva promesso durante la lunga campagna elettorale in caso di vittoria del ‘NO’.

Se vince il NO paese a rotoli, la madre di tutte le bufale!

‘Se vince il NO paese a rotoli’. E’ questa secondo l’M5S la bufala più gettonata sul Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. In particolare, mette altresì in evidenza il MoVimento 5 Stelle, la bufala è stata sostanzialmente diffusa da tutti i media italiani, con rare eccezioni. Per comodità è stata attribuita alla RAI, si legge altresì sul post pubblicato sul sito Internet di Beppe Grillo, in quanto ‘maggiormente si è distinta per la campagna a favore del SI, fregandosene del suo ruolo di servizio pubblico’.

M5S, le altre bufale sul Referendum costituzionale

Tra le altre bufale, secondo l’M5S, ci sono ‘Grillo vuole una banca’, bufala diffusa dal Giornale, e Beatrice Di Maio: bufala diffusa da La Stampa (chiamata La Busiarda a Torino) e smontata dall’intervista di Franco Bechis a Titti Brunetta. Ed ancora la bufala Buche a Roma (del 2014): bufala diffusa da L’Unità in accordo con quanto si legge sul sito BeppeGrillo.it.