Sergio Staino, direttore dell’Unità, non ha usato parole tenere nei confronti di Matteo Renzi. L’ex Presidente del Consiglio fu tra i principali fautori della rinascita del quotidiano, ma sembra che dopo le sue dimissioni lo abbia poi lasciato alla deriva.

Staino ricorda all’Huffington Post: “Quando mi propose di dirigere il giornale mi disse: “Vai, pubblica un bel prodotto, tante pagine, non preoccuparti dei soldi che ci sono. Ho preso insulti da tante persone per andare a dirigere un giornale “renziano“. Ora che non gli serve più, è completamente sparito, nonostante sia sotto gli occhi di tutti che il giornale è cambiato ed è un prodotto di livello. Invece niente, non risponde al telefono, non risponde ai messaggini. E questo dovrebbe essere un leader?”.