Il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, è intervenuto su Radio 2 per dire la sua su un tema particolarmente scottante, quello di Alitalia.

L’ex compagnia di bandiera è nuovamente alle prese con una profonda crisi che ha ulteriormente complicato i rapporti coi lavoratori. Calenda ha precisato: “La compagnia è stata gestita male in questi anni, mi sembra un dato oggettivo visto che si trova in questa situazione. Quello che è chiaro è che le colpe di altri non possono ricadere sui lavoratori. Non è pensabile parlare di esuberi prima ancora di aver presentato un piano di risanamento”.

Il presidente Montezemolo ha annunciato entro tre settimane un piano “forte e coraggioso” ma per ora dovrà affrontare ben due scioperi dei propri dipendenti, il 20 gennaio e il 23 febbraio.