Matteo Renzi torna alla carica dopo la “pausa invernale”. L’ex Premier è tornato a Roma dopo un periodo di vacanze durante il quale è riuscito a staccare la spina e buttare alle spalle il disastroso mese di dicembre.

La clamorosa sconfitta nel referendum costituzionale e poi le dimissioni da capo del governo: Renzi è uscito di certo con le ossa rotte dal 2016 ma è pronto a rilanciare. Il toscano è deciso a riformare drasticamente la segreteria del suo Pd, provando a intercettare soprattutto giovani e intellettuali che, nel corso degli anni, hanno totalmente perso il contatto con il Partito Democratico. “Non è un reset, questo Pd rappresenta ancora la sinistra riformista italiana”, ha dichiarato Renzi, orientato a confermare i soli Guerini, Serracchiani e Taddei. Lo scrittore e magistrato Gianrico Carofiglio sarà una delle new entry più “conosciute” assieme a diversi sindaci come Falcomatà (Reggio Calabria), Palazzi (Mantova) e Bonajuto (Ercolano).