Il pasticcio di questi giorni del Movimento 5 Stelle a livello europeo comincia a provocare importanti conseguenze. Oggi gli eurodeputati Marco Affronte e Marco Zanni hanno abbandonato l’Efdd per convergere rispettivamente nei Verdi europei e nell’Enf di Salvini e della Le Pen, ma le polemiche sono divampate.

Ai due non è andata già la dinamica che ha portato prima al referendum interno poi all’abbandono dell’Efdd per allearsi con l’Alde (i liberali hanno poi rifiutato). Ma Beppe Grillo ha già replicato con fermezza, ricordando ai due quanto firmato in fase di candidatura: “Ci sono gravi inadempienze al codice di comportamento che hanno firmato quando hanno deciso di presentarsi alle elezioni. Dovrebbero dimettersi immediatamente e far spazio ad altri rappresentanti del Movimento. Se ciò non dovesse accadere la penale è di 250mila euro”. Affronte, tra l’altro vicino al Sindaco di Parma Pizzarotti, ha definito il regolamento come “carta straccia”.